Blog: http://micia_89.ilcannocchiale.it

...ma di un anno fa…


 
Oggi è martedì. Martedì 2 ottobre 2007.
Fra due giorni sarà il 4.
In queste giornate sono immersa fra i libri di scuola,
fra preoccupazioni Di compiti in classe e di interrogazioni
future, ma il mio pensiero va Spesso e volentieri ad un
anno fa…
Oggi c’è il sole e anche l’anno scorso c’era…
un sole mite, tiepido, ma Che però ti riscalda il cuore.
Ricordo un sabato pomeriggio, un incontro programmato
da tempo con Un’amica e un incontro casuale con un
ragazzo.
Un ragazzo simpatico, con gli occhi dolci ed un sorriso grande e contagioso.
Ci fu qualche parola, uno scambio di sguardi e di numeri
in caso di un’uscita Con la sua compagnia… Pochi giorni dopo, invece, arriva un messaggino…
un suo invito ad uscire a Mangiare una pizza; seguì un mio rifiuto attenuato solo da una promessa Per una prossima volta. A distanza di poco tempo quell’occasione è arrivata…
Furono necessari un cinema, una pizza e un compleanno per conoscerci E per legare di più…
Poi un dvd a casa di amici, un giro al parco, confessioni, rivelazioni, tante parole e un primo
abbraccio. In quei giorni tante barriere tante barriere sono cadute: la timidezza, l’imbarazzo…
Altre sono nate: le incertezze di un rapporto serio, la paura di quello che potevano Pensare gli
altri, i pregiudizi della società,… Ma ogni uscita era con lui e la mia vita aveva appena iniziato
ad essere piena di Sensazioni e di sentimenti. Quel martedì 3 ottobre 2006 ci siamo ritrovati a casa mia per guardare “Tre metri sopra il cielo” che davano alla tv… Il mio primo film romantico
In dolce compagnia… e quella sera la bambina che ero ha iniziato a crescere Piano piano…
Il nostro primo bacio, le nostre prime coccole, e dopo ancora tante altre…
Il giorno dopo ricordo di averlo aspettato fuori dal negozio dove lavorava e Insieme siamo andati
a fare un giro in moto. Poi parlando ci siamo resi conto Che eravamo sempre più legati…
Mi ricordo il suo “Deby, quando faremo il nostro primo mese,…” e io Subito lì ad interromperlo… “Perché siamo insieme? Non mi hai ancora chiesto Di mettermi con te…”.
E allora in sella alla sua moto abbiamo raggiunto Il parco dove ci davamo appuntamento le prime
volte… E lì fra dichiarazioni e promesse ci siamo messi insieme…
Quel giorno era un mercoledì… Mercoledì 4 ottobre.
Ancora oggi ricordo anche le più piccole sciocchezze di quei giorni... L’imbarazzo che alle volte si
creava fra noi, quello delle presentazioni in Famiglia, ai suoi amici, ai suoi clienti che incontravamo
per strada,…Tutte preoccupazioni che in poco tempo si sono dissolte nel nulla…

Da quel giorno siamo ancora noi due, sempre insieme, sempre mano per mano,
sempre a testa alta a salutare il mondo,… Un ragazzo e una ragazza che si appoggiano,
che si cercano, che si aiutano, che si apprezzano, che si criticano e che si amano.
In un anno abbiamo vissuto tanto insieme: il Natale passato, il Capodanno,le feste, i divertimenti,
la tristezza, le crisi, i problemi, i pregiudizi, gli “attacchi” esterni, l’inverno, l’estate, il mare,
la montagna,…
Non ho rimpianti, non ho rimorsi, o forse solo uno.  Forse quello di Essermi distaccata dai
pochi amici che avevo…Ma per vivere un rapporto serio fino in fondo bisogna pur rinunciare
A qualcosa… Bisogna saper ascoltare il proprio cuore e abbandonarsi All’amore…
Ed è per questo che io e lui siamo ancora qui, uno Accanto all’altra, dopo “tanto” tempo…
Tutto c’ò che non riguarda noi due passa in “secondo piano”; è crudele da pensare, si.
Ma è la “legge” dell’amore… E non bisogna nascondersi quando si ama davvero…
Noi non l’abbiamo fatto, tutti sanno che io amo lui e che lui ama me.
A testimoniarlo ci sono tante lettere, tanti piccoli e grandi regali, tanti Pensierini, tanti messaggi,
tante chiamate, tanti post nel blog, tante Parole dolci dette ogni giorno, tanti “buongiorno amore”
e tanti “buonanotte tesoro”, tanti “ti amo” urlati a squarciagola, tante Cartoline, tante scritte sui
libri, sui diari, sui fogli di quaderno, sulle salviette delle pizzerie, e un “Io e te tre metri sopra il
cielo per sempre” sul muro sotto casa mia… Ed è  sempre come il giorno in cui è stato scritto,
una ennesima dichiarazione d'amore, una scritta sicura, netta, fissa a quel muro che gli ha
permesso di nascere; è là come per farci ricordare sempre quei primi giorni di ottobre come oggi,ma di un anno fa…

Pubblicato il 2/10/2007 alle 16.2 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web